immagine bg interna

LIFE SEC ADAPT: erogato il secondo prefinanziamento di risorse europee, nell’ambito del Programma LIFE, per aumentare la resilienza dei territori coinvolti.

LIFE SEC ADAPT: erogato il secondo prefinanziamento di risorse europee, nell’ambito del Programma LIFE, per aumentare la resilienza dei territori coinvolti.

Intercettare i programmi di finanziamento europei a gestione diretta: è questo l’obiettivo che SVIM sta portando avanti a vantaggio degli Enti Locali, per contribuire allo sviluppo sostenibile del nostro territorio regionale e dei partner europei coinvolti nel Progetto LIFE SEC ADAPT.

Il Progetto LIFE SEC ADAPT (Programma LIFE 2014-2020), che ha un budget di oltre 3,2 milioni di euro per una durata di 40 mesi, coinvolge 23 partner provenienti da quattro Stati Membri dell’Unione Europea (Italia, Croazia, Spagna e Grecia). L’impatto del progetto ha una considerevole ricaduta sul territorio marchigiano, con la partecipazione di 12 Comuni (Ancona, Ascoli Piceno, Fabriano, Fermo, Jesi, Macerata, Offida, Pesaro, Santa Maria Nuova, San Paolo di Jesi, Senigallia, Urbino) nel ruolo di partner di progetto, con risorse finanziarie che, insieme a quelle di Svim, raggiungono complessivamente più di 2 milioni di euro.

SVIM, in qualità di capofila, ha ricevuto il secondo prefinanziamento da parte dell’Agenzia Europea EASME, incaricata della gestione del Programma LIFE 2014-2020, erogando al partenariato oltre 700.000 euro per l’implementazione del progetto, di cui più di 500.000 sono stati distribuiti sul territorio marchigiano.

LIFE SEC ADAPT intende aumentare la capacità di adattamento ai cambiamenti climatici dei Comuni coinvolti, attraverso l’adesione all’Iniziativa Europea “Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia” e la declinazione degli obiettivi europei in materia di clima, nelle politiche, strategie ed interventi a livello locale, facilitando la transizione delle aree urbane verso un’economia a basse emissioni di carbonio. In questa fase di lavoro l’obiettivo principale è quello di redigere l’analisi di rischio e vulnerabilità a livello locale e regionale, propedeutica alla redazione dei Piani di adattamento ai cambiamenti climatici a livello locale.

I tavoli di lavoro, coordinati da Svim, hanno sviluppato una proficua collaborazione tra tutti i soggetti interessati ed in particolare tra i Comuni; sono numerose le riunioni tra tecnici, anche con la partecipazione degli Amministratori comunali, per un impegno congiunto e volto al raggiungimento dei risultati ed obiettivi di progetto nell’ambito della strategia per l’integrazione delle azioni di mitigazione e di adattamento climatico, in linea con la Roadmap 2050 promossa dall’Unione Europea.