immagine bg interna

#Turismo culturale e sostenibile: Raffaello Sanzio e le Marche, #IoViaggioItaliano”: riscoprire la bellezza dei paesaggi, dei borghi e delle opere artistiche per il rilancio del settore turistico e superare la crisi post Covid-19. 

Questa mattina, diretta streaming dalle Scuderie del Quirinale, visita alla mostra “Raffaello 1520-1483” e presentazione delle monete celebrative per il 500° anniversario della morte dell’artista.

(ROMA, 24 luglio 2020) Si è svolta questa mattina la diretta streaming dal titolo “#Turismo culturale e sostenibile: Raffaello Sanzio e le Marche, #IoViaggioItaliano”, promossa da Regione Marche, Fondazione UniVerde, Scuderie del Quirinale e Svim – Agenzia di Sviluppo della Regione Marche, con il supporto di Automobile Club d'Italia.

Il 2020 è l’anno delle celebrazioni del 500° anniversario della morte di Raffaello Sanzio, artista poliedrico che ha mosso i suoi primi passi nelle Marche, in particolare a Urbino, sua città natale. Autore di capolavori rari e preziosi, fu un punto di riferimento fondamentale nella Roma di Papa Giulio II, prima, e di Papa Leone X, dopo, chiamato a contribuire con le sue opere al rinnovamento artistico della Città Eterna, dove fu punto di riferimento per artisti, antiquari e poeti. 

La diretta, in collegamento dalle Scuderie del Quirinale, si è svolta in occasione della mostra “Raffaello 1520-1483” che i rappresentanti dei soggetti promotori hanno potuto apprezzare all’interno dell’area museale, visitando le oltre 200 opere provenienti dalle più importanti collezioni internazionali, introdotte da Mario De Simoni, Presidente delle Scuderie del Quirinale.

L'evento è stato occasione per rilanciare #ioviaggioitaliano, la campagna per incentivi e attivismo civico a favore del turismo in Italia, promossa da Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde, e dall’inviato di Striscia la notizia, Jimmy Ghione

Alfonso Pecoraro Scanio, Presidente della Fondazione UniVerde, ha dichiarato: “Il turismo culturale può essere un esempio di sostenibilità e di rilancio per un settore in grave crisi. Le Marche, da questo punto di vista, possono dare un segnale positivo incentivando il turismo nelle aree interne e nei borghi, che può permettere di estendere le aree visitate e i periodi di vacanza. La mostra su Raffaello, che abbiamo apprezzato, e le splendide monete coniate dalla Zecca, presentate oggi all'evento, sono un contributo eccezionale al rilancio della cultura come grande volano di attrazione verso il nostro Bel Paese”.

Luca Ceriscioli, Presidente della Regione Marche, ha dichiarato: “Il turismo esperienziale è la tipologia di visita di cui noi ci facciamo portavoce, quella che permette al visitatore la scoperta di piccole realtà con le loro preziose bellezze dal punto di vista storico, artistico, architettonico e paesaggistico. Le Marche sono un territorio privilegiato, a partire dai numerosi borghi e dai musei che custodiscono un ricco ed eterogeo patrimonio. Un’inestimabile risorsa che fa conoscere, in sicurezza, a tutti i turisti la cultura, le tradizioni e l’identità di una regione che si estende dagli Appennini al mare”.

Gianluca Carrabs, Amministratore Unico di Svim – Agenzia di Sviluppo della Regione Marche, ha dichiarato: “Abbiamo voluto rilanciare la campagna #ioviaggioitaliano, declinandola anche in #ioviaggiomarchigiano. Quello che proponiamo è un modello di sviluppo integrato per l’economia delle Marche e, soprattutto, del suo entroterra, tramite il turismo outdoor. Un prodotto turistico legato all’ambiente e alla cultura del territorio, favorendo l’incremento di posti di lavoro, il ripopolamento dei borghi e una forte destagionalizzazione dell’offerta. L’obiettivo è quello di favorire una veloce ripresa post Covid di tutto il comparto turistico regionale”.

Mario De Simoni, Presidente delle Scuderie del Quirinale, ha sottolineato “L’Italia deve ripartire puntando sulle proprie eccellenze come l’arte, la bellezza e il paesaggio. Il 2 giugno scorso, in coincidenza con la Festa della Repubblica, abbiamo voluto lanciare un segnale positivo con la ripartura della mostra dedicata a Raffaello. Il pubblico ha accolto con entusiamo il nostro invito facendo registrare il tutto esaurito sin dal primo giorno. L’annivesario dei 500 anni dalla morte del grande artista è un evento che ci stimola a ricordare l’eccezionalità del talento italiano ed è fondamentale che tutto il Paese, con le sue realtà più importanti come l’Istituto Poligrafico e la Zecca dello Stato e la Regione Marche, che ha dato i natali a Raffaello, si unisca nel celebrare questa straordinaria ricorrenza”.

Nel corso dell'incontro, si è tenuta la presentazione delle monete in oro e in argento realizzate dall'Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato per il 500° anniversario della morte di Raffaello Sanzio, con l’intervento dell’Ing. Matteo Taglienti: “Siamo orgogliosi di questo omaggio a Raffaello, uno dei più grandi artisti del Rinascimento italiano. La grandezza del suo genio si può apprezzare anche dalla grande qualità artistica del lavoro dei nostri maestri incisori. Sul dritto delle monete è rappresentato l’autoritratto del grande artista urbinate, conservato alle Gallerie degli Uffizi di Firenze, il rovescio riporta un particolare dell’affresco Scuola di Atene”.

All'evento, trasmesso in diretta streaming sulle Pagine Facebook della Fondazione UniVerde e di Svim, è intervenuto anche Gerardo Capozza, Segretario Generale ACI − Automobile Club d’Italia.

Pubblicato in Notizie

Svim l’Agenzia di Sviluppo della Regione Marche firma un accordo con il portale Discoverplaces.travel per raccontare i piccoli territori e rendere le persone protagoniste della vita delle loro comunità anche ai tempi del Coronavirus.

La crisi nel turismo che si prospetta a causa della pandemia da COVID 19 impone di intraprendere tutte le misure possibili per la tutela dell’industria del turismo e dei piccoli centri che vivono grazie a questa industria.

L’obiettivo della collaborazione è quello di valorizzare il tempo delle persone che si trovano spaesate in questa pandemia e di aiutarle a concentrarsi su pensieri positivi riguardanti il patrimonio dei loro territori. Perché tutti insieme potremo far rinascere i nostri amati territori.

Dice Gianluca Carrabs, Amministratore Unico della SVIM: ‘Le Marche sono un territorio bellissimo e dobbiamo continuare a raccontarlo. Mi sono imbattuto nella storia di Montecarotto, il piccolo paese degli orologi raccontato da un gruppo di persone del posto e pubblicato in due lingue sul portale. Ho visto la positività delle risposte e il coinvolgimento dei lettori e abbiamo deciso di estendere questa positività a tutti i borghi della regione’.

Raccontare storie ha anche l’obiettivo di valorizzazione attraverso la comunicazione in due lingue del patrimonio materiale dei territori. Una comunicazione comunque destinata ad un pubblico di potenziali turisti internazionali e ai nostri fratelli emigrati all’estero.

Claudia Bettiol con il suo gruppo Discoverplaces ha reagito immediatamente alla pandemia focalizzando la sua attenzione sui piccoli centri attraverso #ilfuturonellenostreradici che coinvolge cittadini e piccole imprese nella narrazione dei territori.

La collaborazione dura un anno e sarà gratuita. Compito di Discoverplaces sarà quello di raccogliere dai territori le storie sul patrimonio materiale e immateriale nonché quelle di piccole imprese produttrici di eccellenze riconosciute. 

Potranno scrivere tutti agli indirizzi mail di tutto lo staff di Discoverplaces, tramite MessengerWhatsApp o altri sistemi di comunicazione.  Quando Discoverplaces riceverà una proposta valuterà se è procedere alla trasformazione in articolo divulgativo e ad integrarlo con la storia del paese.

Discoverplaces farà un editing del materiale per il SEO e per ottimizzare il linguaggio per un pubblico internazionale e lo invierà all’interessato per aiutarlo a capire come è importante la comunicazione e come utilizzare tutto il materiale che sarà prodotto da Discover.

Dopo la sua approvazione, Discoverplaces provvederà alla sua traduzione, al suo caricamento sul portale e alla ottimizzazione del SEO nelle due lingue italiano e inglese. 

Ogni contenuto (testi e immagini) avrà sempre l’indicazione del suo autore. Discoverplaces potrà poi utilizzare i contenuti per tutte le attività di promozione dei territori delle Marche nel mondo.

A sua decisione, Claudia Bettiol potrà preparare uno dei video di ringraziamento e dedica che sta pubblicando su YouTube e sui social per aiutare le persone a combattere la depressione da Coronavirus facendole sentire protagoniste della vita del proprio paese in modo proattivo.

In questo momento, raccontare le nostre radici può portare solo benefici alle persone, alle comunità per la nostra rinascita.

Discoverplaces è una casa editrice che pubblica la collana “Guide Turistiche dei Borghi d’Italia/Travellers’ Guide to Italy’ e gestisce un portale web in due lingue. 

È una start up innovativa che da anni si occupa della promozione dei piccoli territori e della creazione di ponti culturali con le comunità di emigrati italiani nel mondo.

Pubblicato in Notizie