immagine bg interna

Giovedì, 30 Luglio 2020 12:39

Avio-turismo al Lago di Sassocorvaro

L’avio-turismo atterra a Sassocorvaro

Prove tecniche per la nuova idro-superficie del lago Mercatale, sarà la terza infrastruttura naturale delle Marche

Sassocorvaro (PU) 24 luglio 2020 - È un progetto innovativo che riesce a legare una rete infrastrutturale naturale alla modalità aerea ed al turismo: si chiama avio-turismo. Le prove tecniche della nuova idro-superficie del lago Mercatale a Sassocorvaro si terranno domenica 26 luglio alle ore 11.00. Questa di Sassocorvaro sarà la terza idro-superficie delle Marche e si andrà ad aggiungere alle 2 già esistenti del lago di Caccamo (MC) e di Gerosa (AP). Un progetto che vede la collaborazione di Svim Agenzia di Sviluppo della Regione Marche, Università Popolare del Mediterraneo, Aviazione Marittima Italiana, Piloti di Classe, Aeroclub Picenum e Consorzio Bonifica delle Marche. “Tra le varie espressioni di turismo, forse la meno nota è quella del turismo aeronautico – ha dichiarato Gianluca Carrabs Amministratore Unico di Svim – e con il progetto l'autostrada del Cielo - dall'Oltralpe agli Appennini che vedrà una sua “uscita” a Sassocorvaro vogliamo proporre un'innovazione importante che va ad arricchire le offerte turistiche del nostro territorio, togliendo dall’isolamento, quasi totale, il sub-Appennino, fino ad ora strangolato da una viabilità pressoché inesistente che per anni ha limitato flussi di cui hanno potuto usufruire invece, ad esempio le Alpi, molto ben servite da straordinarie e veloci vie di comunicazione. Un'iniziativa che vede la Macroregione Adriatico-Ionica come palcoscenico e con Zara alleata per il grande turismo dell'Europa Orientale”.

I dati sull’avio-turismo fanno segnare numeri importanti: la flotta europea degli aerei da turismo supera le 100.000 unità e in Italia ci sono 50 aeroporti, 497 piste di volo e 6 idro-superfici.

“Ci sono tutti gli elementi per un concreto sviluppo economico turistico dell’area con un progetto di questo tipo – ha continuato Carrabs – l’avioturista è un viaggiatore con un'alta capacità di spesa proveniente in genere dal Nord – Europa alla ricerca delle bellezze e dei luoghi d'eccellenza italiani come i borghi storici con le loro tipicità. Una volta fatta atterrare l’aeromobile i passeggeri e piloti hanno poi necessità di tutta una serie di servizi di ristoro e accoglienza come hotels, agriturismi e B&B. Questa di Sassocorvaro è un'iniziativa che andrà ad inserirsi in tutte quelle attività atte ad esaltare le bellezze delle aree interne, i loro profumi, sapori e lo straordinario patrimonio artistico e culturale che ne contraddistingue il territorio e ringrazio il Sindaco di Sassocorvaro Auditore Daniele Grossi, il Presidente del Consorzio di Bonifica delle Marche Avvocato Claudio Netti, il Presidente della Camera di Commercio delle Marche Gino Sabatini, la Proloco di Sassocorvaro e la Società Canottiere Montefeltro per aver sostenuto questa bella iniziativa”.

Pubblicato in Notizie
Giovedì, 30 Luglio 2020 12:32

Progetto "Appennino Outdoor"

Dopo Marche Outdoor, si presenta Appennino Outdoor la nuova frontiera del turismo sostenibile

 

Si è tenuta mercoledì 22 alle ore 18.00 presso il Castello di Granarola la tavola rotonda sul turismo sostenibile ed innovativo, un percorso fattibile per il rilancio del comparto su tutto il territorio regionale, ma non solo

Ancona 21 luglio 2020 – Si è tenuta mercoledì 22 luglio alle ore 18.00 presso il Castello di Granarola la tavola rotonda “Appennino Outdoor la nuova frontiera del turismo sostenibile”. Un progetto che si sviluppa da quello già realizzato denominato "Marche Outdoor". Il dibattito ha visto la partecipazione di Federico Geremel direttore di Lonely Planet Magazine Italia, Marco Bruschini Direttore Politiche Turismo e Promozione ACI, Roberto Ronchi Presidente dell’Associazione Giornalisti Ciclisti Italiani, Alfonso Pecoraro Scanio Professore di Turismo e Sostenibilità Università degli Studi di Tor Vergata, Lorenzo Lombardi giornalista e green influencer, Alberto Mazzini Servizio Sviluppo e Valorizzazione della Regione Marche, Maurizio Mangialardi Presidente Anci, Gianluca Carrabs Amministratore Unico di Svim Agenzia di Sviluppo della Regione Marche, moderati e coordinati dal giornalista RAI Paolo Notari. 

Una riflessione che ha toccato temi importantissimi e proposto un modello di sviluppo integrato per l’economia delle Marche ma, soprattutto, del suo entroterra, tramite un volano già testato e in forte crescita: quello del turismo outdoor, riprendendo il progetto "Marche Outdoor" già realizzato ed in fase di implementazione dalla Regione Marche. Un raccordo trasversale per l’area dell’Appennino che crea un sistema in grado di intensificare un prodotto turistico collegato all’ambiente e alla cultura del territorio, favorendo l’incremento di posti di lavoro e il ripopolamento dei borghi. Fra le proposte l’idea di un sistema digitale in grado di delineare un viaggio alla scoperta di luoghi nascosti, dove il tempo sembra si sia fermato a tutto vantaggio della qualità della vita e di un rapporto armonico con la natura. Una progettualità che punta ad una forte destagionalizzazione dell’offerta turistica di sicuro richiamo per il viaggiatore internazionale. Utilizzando le esperienze progettuali già maturate nelle Marche e, integrandole con nuove proposte, l’obiettivo sarà in questa difficile fase per tutto il settore, di creare un’offerta che possa favorire e velocizzare una ripresa post Covid di tutto il comparto turistico regionale.

La seconda tappa si terrà il 31 luglio alle 18 presso la Sala del Consiglio Comunale di Piobbico.

 

Pubblicato in Notizie

Parte da Urbino la Campagna ‘’Io viaggio Marchigiano’’: Svim, ACI e Regione Marche insieme nella promozione turistica delle Marche

Firmato il protocollo di intesa far i 3 attori. Il primo evento si terrà a Roma nei prossimi giorni a luglio con la collaborazione della Fondazione Univerde

Urbino 8 luglio 2020 – Firmato questa mattina il protocollo di intesa fra Svim Agenzia di Sviluppo della Regione Marche, ACI Automobile Club Italia e Regione Marche. L’accordo quadro è relativo a una serie di attività e azioni sinergiche turistico-culturali atte allo sviluppo economico del territorio marchigiano, oltre ad impegnare i soggetti in varie attività di progettazione europea e vedrà coinvolti questi 3 attori nei prossimi anni. Oggetto dell’accordo è quello di creare una sinergia fra gli aderenti atta a sviluppare una strategia di promozione e incoming turistico su tutta la regione. Come è noto l’ACI è un ente pubblico non economico della Repubblica Italiana, autofinanziato e con funzioni di promozione controllo e indirizzo normativo del settore automobilistico e fa parte della federazione sportiva affiliata al Comitato Olimpico Nazionale Italiano. “Con oltre un secolo di storia, più di 1.5 milioni di soci, con un suo organo ufficiale di stampa l’Automobile e un suo tour operator, l’ACI rappresenta un grandissimo attore che può indirizzare nelle Marche migliaia di suoi soci. Questo protocollo genererà i primi risultati già da questo mese – ha dichiarato Gianluca Carrabs Amministratore Unico di Svim – e vedrà proprio Urbino e Raffaello, il luogo non a caso da cui oggi partiamo (la casa di Raffaello ndr), protagonisti di un’importante iniziativa a Roma alle Scuderie del Quirinale nei prossimi giorni a luglio. In questa data i firmatari aderiremo alla campagna #ioviaggioitaliano lanciata dalla Fondazione Univerde, che in questo 2020 vuole promuovere il turismo sicuro, diffuso e sostenibile in Italia. Una campagna per sostenere il nostro turismo, il territorio italiano, i borghi, i parchi, gli agriturismi e tutto ciò che è la bellezza dell’Italia. Un viaggiare sicuro, sostenibile, smart e intelligente che ha il sostegno dell'Organizzazione Mondiale del Turismo (OMT), l'agenzia delle Nazioni Unite competente per la promozione di un turismo responsabile, sostenibile e universalmente accessibile. Le Marche, Urbino e Raffaello saranno protagoniste di un evento speciale alle Scuderie Del Quirinale nei prossimi giorni a luglio che vedrà la presenza di importanti cariche istituzionali e di Governo. Una vetrina unica di presentazione alla stampa nazionale ed internazionale del nostro territorio, grazie alla collaborazione dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, che proporrà la moneta coniata per il 500 esimo anniversario della morte di Raffaello. Sempre in questa occasione sarà svelata l’incisione creata da hoc per l’evento realizzata da Carla Luminati in collaborazione con l’artista Giulio Serafini che sarà il veicolo promozionale per i soci ACI che verranno in vacanza nelle Marche”.

“Le Marche hanno investito tanto nel turismo – ha sottolineato il Presidente della Regione Marche Luca Ceriscioli – in questi mesi ottenendo tanti riconoscimenti a livello internazionale. L’accordo con ACI era già pronto a gennaio, ratificarlo oggi qui ad Urbino nella casa di Raffaello ha un significato ancora più profondo. Cultura e Arte si sublimano nella grande bellezza della città Ducale e questo accorda ci da quella spinta propulsiva ulteriore verso un ritorno alla normalità dopo aver vissuto un così difficile periodo”.

“Siamo ben contenti di questo accordo e ringrazio il Presidente Ceriscioli e il dott. Carrabs per questa iniziativa – ha concluso il presidente di ACI Angelo Sticchi Damiani – le Marche hanno luoghi straordinari da visitare, tante piccole e micro realtà di estremo interesse turistico da vivere. Un viaggio nel viaggio, un tema a noi ben noto su cui già dai prossimi giorni, proprio da Roma come si diceva prima, si avvierà un tragitto comune che ci porterà alla scoperta delle cose straordinarie che le Marche hanno da offrire”.

Pubblicato in Notizie

SVIM, FRAME(s)PORT è il primo di un nutrito gruppo di progetti europei di questo 2020

Progetto Strategico Interreg Italia – Croazia con quasi mezzo milione di euro per gli approdi turistici di Gabicce e Numana

Carrabs: “Blue Economy e sostenibilità in campo infrastrutturale le chiavi per efficientare le 2 marine marchigiane volano turistico straordinario per far conoscere e collegare in maniera multimodale le aree interne della nostra regione”

Si chiama FRAME(s)PORT, un Interreg Italia – Croazia ed è il primo di un nutrito gruppo di progetti europei che vede coinvolta SVIM l’Agenzia di Sviluppo della Regione Marche che nonostante l’emergenza Covid, grazie allo smart working anche durante il lockdown ha continuato la propria operatività. “Iniziamo a raccogliere i frutti del lavoro di questi mesi – ha dichiarato Gianluca Carrabs Amministratore Unico di SVIM – e lo facciamo con un progetto legato alla Blue Economy e alla portualità marchigiana in chiave macroregionale. Un finanziamento di quasi mezzo milione di euro per i porti turistici di Gabicce Monte e Numana che potranno migliorare qualità, sicurezza e sostenibilità ambientale dei servizi dei loro approdi. Il progetto, che prenderà avvio ufficiale nel mese di giugno e offrirà diverse opzioni per poter efficientare dal punto di vista della sostenibilità queste due importanti marine marchigiane. Una serie di misure e azioni volte a recuperare la funzionalità complessiva di queste infrastrutture, ottimizzando le risorse esistenti per renderle più competitive e attraenti e, allo stesso tempo, enfatizzando il ruolo dei piccoli porti come "porte di accesso" per i territori interni dell'area costruendo un percorso che possa favorire al meglio la multimodalità trasportistica nell’area Adriatico – Ionica. Insieme a SVIM si annoverano fra i partner italiani CORILA (Lead Partner), il Comune di Monfalcone, l’Istituto per il Trasporto e la Logistica dell’Emilia Romagna(ITL), l’ARAP Abruzzo, l’APT Molise (Regione Molise) e l’Agenzia Strategica Sviluppo Ecosostenibile territorio – ASSET. Per la parte croata il Ministero dell’Infrastrutture, la Municipalità di Novigrad, la Regione Primorsko Goraska, l’Autorità Portuale di Zara, la Contea di Sebenico e Contea di Dubrovnik. Un progetto che mi permetto di definire lungimirante FRAME(s)PORT in quanto va ad inserirsi in un settore, quello della diportistica che oggi in questo difficile momento storico è fra i turismi più sicuri e accessibili e che vede la sua collocazione presso due marine che sono, esse stesse, all’interno di due importantissimi parchi naturali e che ne esalterà proprio le caratteristiche ambientali ed ecologiche”.

Pubblicato in Notizie

Svim l’Agenzia di Sviluppo della Regione Marche firma un accordo con il portale Discoverplaces.travel per raccontare i piccoli territori e rendere le persone protagoniste della vita delle loro comunità anche ai tempi del Coronavirus.

La crisi nel turismo che si prospetta a causa della pandemia da COVID 19 impone di intraprendere tutte le misure possibili per la tutela dell’industria del turismo e dei piccoli centri che vivono grazie a questa industria.

L’obiettivo della collaborazione è quello di valorizzare il tempo delle persone che si trovano spaesate in questa pandemia e di aiutarle a concentrarsi su pensieri positivi riguardanti il patrimonio dei loro territori. Perché tutti insieme potremo far rinascere i nostri amati territori.

Dice Gianluca Carrabs, Amministratore Unico della SVIM: ‘Le Marche sono un territorio bellissimo e dobbiamo continuare a raccontarlo. Mi sono imbattuto nella storia di Montecarotto, il piccolo paese degli orologi raccontato da un gruppo di persone del posto e pubblicato in due lingue sul portale. Ho visto la positività delle risposte e il coinvolgimento dei lettori e abbiamo deciso di estendere questa positività a tutti i borghi della regione’.

Raccontare storie ha anche l’obiettivo di valorizzazione attraverso la comunicazione in due lingue del patrimonio materiale dei territori. Una comunicazione comunque destinata ad un pubblico di potenziali turisti internazionali e ai nostri fratelli emigrati all’estero.

Claudia Bettiol con il suo gruppo Discoverplaces ha reagito immediatamente alla pandemia focalizzando la sua attenzione sui piccoli centri attraverso #ilfuturonellenostreradici che coinvolge cittadini e piccole imprese nella narrazione dei territori.

La collaborazione dura un anno e sarà gratuita. Compito di Discoverplaces sarà quello di raccogliere dai territori le storie sul patrimonio materiale e immateriale nonché quelle di piccole imprese produttrici di eccellenze riconosciute. 

Potranno scrivere tutti agli indirizzi mail di tutto lo staff di Discoverplaces, tramite MessengerWhatsApp o altri sistemi di comunicazione.  Quando Discoverplaces riceverà una proposta valuterà se è procedere alla trasformazione in articolo divulgativo e ad integrarlo con la storia del paese.

Discoverplaces farà un editing del materiale per il SEO e per ottimizzare il linguaggio per un pubblico internazionale e lo invierà all’interessato per aiutarlo a capire come è importante la comunicazione e come utilizzare tutto il materiale che sarà prodotto da Discover.

Dopo la sua approvazione, Discoverplaces provvederà alla sua traduzione, al suo caricamento sul portale e alla ottimizzazione del SEO nelle due lingue italiano e inglese. 

Ogni contenuto (testi e immagini) avrà sempre l’indicazione del suo autore. Discoverplaces potrà poi utilizzare i contenuti per tutte le attività di promozione dei territori delle Marche nel mondo.

A sua decisione, Claudia Bettiol potrà preparare uno dei video di ringraziamento e dedica che sta pubblicando su YouTube e sui social per aiutare le persone a combattere la depressione da Coronavirus facendole sentire protagoniste della vita del proprio paese in modo proattivo.

In questo momento, raccontare le nostre radici può portare solo benefici alle persone, alle comunità per la nostra rinascita.

Discoverplaces è una casa editrice che pubblica la collana “Guide Turistiche dei Borghi d’Italia/Travellers’ Guide to Italy’ e gestisce un portale web in due lingue. 

È una start up innovativa che da anni si occupa della promozione dei piccoli territori e della creazione di ponti culturali con le comunità di emigrati italiani nel mondo.

Pubblicato in Notizie